,

Veicolo tedesco – incidente in Italia: come ottengo il risarcimento danni?

I cittadini italiani o tedeschi residenti in Germania, vittime di un incidente stradale in Italia, commettono spesso l’errore di tentare la strada del risarcimento danni in Germania, inoltrando la richiesta di risarcimento alla filiale tedesca dell’assicurazione italiana.

Inoltre, spesso non si considera che l’incidente avvenuto in Italia (di solito) è regolato in tutto e per tutto dalla legge italiana e pertanto, anche la richiesta di risarcimento dovrà essere redatta in ossequio ai criteri stabiliti dalle norme italiane.

Con il presente articolo, vado ad elencare una serie di inconvenienti che possono essere evitati e fornisco alcuni consigli pratici per chi abbia subito un incidente in Italia ma risiede in Germania.

A quale legale devo rivolgermi in caso di incidente stradale in Italia?

1) Innanzitutto per gli incidenti in Italia è fondamentale incaricare un avvocato italiano e non un Rechtsanwalt tedesco. L’Avvocato italiano, infatti, anche se stabilito in Germania ha sempre un ufficio in Italia e possiede tutte le competenze necessarie per condurre con successo la pratica di risarcimento in Italia.

In particolare l’Avvocato italiano è in grado di:

  • redigere una corretta richiesta di risarcimento danni che risponda a tutti i criteri formali e sostanziali imposti dalla legge italiana. Infatti, la lettera scritta senza il rispetto delle dovute formalità (es. senza indicazione testimoni) potrebbe condurre a delle preclusioni.
  • richiedere la documentazione di polizia/delle forze dell’ordine con i rilievi del sinistro.
  • mettersi in diretto contatto con il liquidatore per la gestione delle trattative sul risarcimento.
  • valutare le lesioni alla luce dei criteri delle tabelle di Milano per il risarcimento del danno biologico
  • indicare un medico legale per una perizia sulle lesioni subite.
  • condurre il processo per ottenere il risarcimento in sede civile o penale, nel caso in cui l’assicurazione abbia respinto la richiesta di risarcimento danni.

Se risiedo in Germania posso contattare la mandataria tedesca dell’assicurazione italiana?

2) Non presentate la richiesta di risarcimento alla filiale tedesca della compagnia assicurativa di controparte, evitando spreco di danaro e tempo. Questo è uno degli errori più ricorrenti, molto spesso infatti i clienti mi dicono „ma il mio referente è la sede tedesca dell’assicurazione italiana“….questa impostazione è errata, almeno per tre fondamentali ragioni:

A) la pratica viene gestita interamente dal liquidatore e dai periti in Italia secondo la legge italiana e nel rispetto di tutti i criteri italiani. Dunque il responsabile del vostro procedimento si trova in Italia ed è a lui che dovrete sottoporre eventuali osservazioni, richieste, perizie.

B) la filiale in Germania si dichiara carente di legittimazione passiva ovvero non ha alcun potere decisionale nella gestione della pratica. Inoltre non avrebbe le competenze per valutare la documentazione italiana (si pensi al verbale di polizia con le dichiarazioni testimoniali) e l’incidente avvenuto in Italia secondo le regole del Codice della Strada italiano.

Nella foto l’estratto della comunicazione della mandataria tedesca di una nota assicurazione italiana la quale dichiara di non poter gestire il risarcimento relativo ad un incidente in Italia, invitando a rivolgersi alla sede italiana

Verkehrs Unfall Italien - italienischer Rechtstanwalt - Cuocolo Karlsruhe

C) se la vostra richiesta di risarcimento viene respinta, dovrete comunque condurre un processo in Italia per ottenere il risarcimento. Per questo è meglio aver prodotto tutta la documentazione già in italiano. Inoltre l’invio della raccomandata è condizione di procedibilità ai sensi di legge per l’esperimento dell’azione giudiziale.

3) Non sprecate soldi con costose perizie tecniche sui danni alla vostra auto in Germania. In Italia, di regola, i costi della perizia non vengono risarciti dalle assicurazioni nelle fasi stragiudiziali. L’unico modo per ottenere il ristoro di tali costi è vincere il processo di risarcimento.

4) Anche i costi del mezzo sostitutivo, di regola, non sono presi in considerazione dalle assicurazioni italiane.

5) Si consiglia di non firmare il modello di dichiarazione amichevole, cosiddetto „CAI” a meno che non conosciate l’italiano ad un livello madrelingua. Piuttosto chiamate le forze dell’ordine polizia o carabinieri denunciando subito il sinistro.

6) Anche se in qualche modo vi siete accordati con la controparte o la stessa vi sembra un persona affidabile,  scattate numerose fotografie sul luogo del sinistro. Fotografate i mezzi coinvolti, i danni, i testimoni, i conducenti, la strada e i cartelloni stradali. In tal modo vi cautelate da eventuali false testimonianze o pretese inesistenti, cosa tutt’altro che infrequente in Italia.

7) Redigete il prima possibile un rapporto dettagliato del sinistro con tanto di lista dei danni al veicolo e agli oggetti (per es. il vostro cellulare o i vostro bagagli). Annotate tutto, testimoni, luogo, data e ora, nomi e targhe.

Questo rapporto dovrete consegnarlo al vostro legale di fiducia e in ogni caso vi ritornerà utile nella gestione della richiesta di risarcimento, laddove col trascorrere del tempo, per forza di cose, i ricordi inizieranno ad essere imprecisi.

Clicca qui per la versione tedesca dell’articolo

Ti interessa l’argomento? Hai bisogno di una consulenza in merito? Utilizza il nostro modulo di contatto per richiedere una consulenza

[contact-form][contact-field label=’Nome’ type=’name’ required=’1’/][contact-field label=’E-mail’ type=’email’ required=’1’/][contact-field label=’Commento’ type=’textarea’ required=’1’/][/contact-form]

2 commenti
  1. Giuseppe dice:

    Salve praticamente mi hanno tamponato in sosta la mia Macchina tedesca praticamente sono nella parte della ragione abbiamo fatto io CID abbiamo tutte e 2 una copia ciascuno ora con la mia copia cosa devo fare visto che la mia assicurazione è tedesca? Grazie

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.