Ultimo decreto corona-virus: nuove multe tra 400 e 3000 euro | fino a 6000 per i recidivi

Dopo oltre 100mila multe già elevate, il Governo, con l’ultimo decreto del 24 marzo 2020, inasprisce le multe per chi esce di casa senza giustificati motivi, ma in compenso vengono cancellate alcune sanzioni penali. Rischia da 1 a 5 anni di carcere chi viola la quarantena.

Le novità introdotte:

Con un nuovo intervento il Governo ha aumentato le sanzioni per coloro che in assenza di giustificati motivi escono di casa. Adesso si rischiano multe da 400 a 3000 euro.

Quindi non cambiano i motivi che legittimano ad uscire di casa (che restano: comprovate esigenze di lavoro, motivi di salute o esigenze indifferibili) ma solo l’importo delle sanzioni che possono essere erogate.

Altre particolarità

Vi sono poi altre particolarità da considerare:

  • Aumento della multa sino a 6.000 euro per i recidivi (cioè coloro che per la seconda volta, senza giustificato motivo vengono scoperti fuori casa)
  • Riduzione del 30% se la multa viene pagata subito
  • Aumento della sanzione di 1/3 per chi esce di causa in auto. (Non è previsto invece il fermo amministrativo)Quindi la multa può arrivare sino a 4000 euro.
  • Cancellazione sanzioni penali: non è più previsto l’arresto per violazione dell’articolo 650 del codice penale, cioè per inosservanza dei provvedimenti dell’Autorità.
  • stop fino a 30 giorni per le attività commerciali e possibilità per i presidenti di regione di emettere ordinanze più restrittive nei territori a maggiore circolazione del virus
  • Nei casi di mancato rispetto delle misure previste per pubblici esercizi o attività produttive o commerciali, si applica a sanzione amministrativa accessoria della chiusura dell’esercizio o dell’attività da 5 a 30 giorni.

Se si è positivi al virus: fino a 5 anni di carcere per violazione della quarantena

Restano invece le più gravi sanzioni per chi, sapendo di essere positivo al virus, lascia la propria casa violando la quarantena.

In caso di violazione della quarantena, infatti, il trasgressore può essere condannato col carcere da 1 a 5 anni, perché pur sapendo di essere positivo al Coronavirus esce intenzionalmente di casa violando il divieto assoluto di lasciare la propria abitazione.

In tali casi si incorre in un reato contro la salute pubblica, provocando il diffondersi dell’epidemia.

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.