, ,

Multe in Italia: come fare ricorso al Prefetto + modello da scaricare gratis

Multe in Italia: come fare ricorso al Prefetto + modello WORD e PDF del ricorso al Prefetto da scaricare gratis.

Come scoprire se la notifica della multa è tardiva

Nell’articolo precedente ho trattato dei tre modi per impugnare le multe in Italia, ovvero il ricorso in autotutela (cioè avverso l’autorità che ha emesso la multa), il ricorso al Prefetto e il ricorso al Giudice di Pace.

Nel presente articolo parleremo del ricorso al Prefetto.

formato Word

 

 

 

 

 

Scarica gratuitamente il modello del ricorso al Prefetto in formato Word e PDF, che potrai compilare/modificare a tuo piacere. Il ricorso va spedito con raccomandata entro 60 giorni dal ricevimento del verbale.

 

formato PDF

 

 

Quali sono i vantaggi del ricorso al Prefetto?

– è gratuito, infatti basta inviare una raccomandata

– vale la regola del “silenzio assenso”: se il Prefetto non risponde entro un certo periodo di tempo il ricorso si intende accolto

Quali sono gli svantaggi?

–  in caso di rigetto del ricorso la sanzione aumenta/raddoppia

– il Prefetto è tendenzialmente meno imparziale del Giudice di Pace

– il ricorso al Prefetto è consigliato solo quando i vizi del verbale della multa sono evidenti.

Esempio:

  1. notifica del verbale oltre i termini
  2. errata rilevazione targa veicolo
  3. notifica al precedente proprietario veicolo

Se invece si vuol fondare il ricorso su motivi che si fondano su argomentazioni giuridiche/vizi formali (per esempio l’irregolarità del decreto di omologazione dell’apparecchio rilevatore, irregolarità del procedimento di accertamento etc…) è consigliabile piuttosto utilizzare il rimedio del ricorso al Giudice di Pace.

LA NOTIFICA DELLA MULTA

Di sicuro uno dei motivi più rilevanti da far valere nel ricorso al Prefetto è il ritardo della notifica, infatti, di regola, la multa deve essere notificata entro 90 giorni dall’infrazione (attenzione alle numerose eccezioni!)

Pertanto, per prima cosa bisogna verificare se la multa è stata notifica entro i termini.

Come si vede se la multa è stata notificata entro i termini di legge?

In verità su questo punto ci sarebbe molto da discutere: non era chiaro, infatti, se i 90 giorni entro cui la multa deve essere notificata, decorrono dalla “data dell’infrazione” ovvero dalla “data dell’accertamento” dell’infrazione (che è indicata nel verbale e di solito è successiva all’infrazione)

Da quando decorrono precisamente i 90 giorni?

Di regola i 90 giorni decorrono dalla data dell’infrazione. Lo ha chiarito una circolare del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti prot. 0005733 del 2014 di cui si riporta il passaggio fondamentale, qui di seguito:

schermata-2016-11-13-alle-16-22-20

Come scoprire se la notifica della multa è tardiva

Innanzitutto identificate il giorno dell’infrazione (e per sicurezza anche quello dell’accertamento), dato che il giorno dell’infrazione rappresenta la data a partire dalla quale decorrono i 90 giorni entro cui la multa andrà notificata.

Successivamente controllate il timbro sulla busta verde oppure – inserendo il codice della raccomandata nel sito delle Poste italiane – controllate quando il verbale venne consegnato alle poste dall’organo accertatore per essere spedito. Esempio schermata poste italiane:

schermata-2016-11-13-alle-16-21-41

Ebbene, tra il giorno dell’infrazione (o dell’accertamento in alcuni casi) e il giorno in cui la multa è stata consegnata alle poste, non devono intercorrere più di 90 giorni.

90 giorni per la notifica, questa regola è sempre valida?

In realtà no vi sono diverse eccezioni, per esempio:

-se l’auto era a noleggio:in questo caso la lettera viene inviata prima alla società di noleggio e poi al proprietario, con diversi termini da rispettare. Dunque non vale la regola secca dei 90 giorni dal giorno dell’infrazione.

-accertamento complesso: in tali casi il termine di 90 giorni subisce delle eccezioni, in quanto se non è facile risalire al proprietario del veicolo immediatamente, non si può pretendere che l’organo accertatore sia vincolato ai 90 giorni tra la data dell’infrazione e quella della notifica.

Altri contributi sul tema “multe in Italia”:

 

Necessiti del nostro aiuto per una questione legale?

Richiedi una consulenza.

Per inviarci la tua richiesta di consulenza compila il seguente modulo. In alternativa puoi contattarci telefonicamente oppure puoi richiedere una consulenza prenotandola direttamente presso il nostro studio.

Compila i seguenti dati per richiedere una consulenza.

1 + 5 = ?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.