,

GERMANIA: LAVORO SENZA CONTRATTO? Conosci i tuoi diritti

Si può lavorare in Germania senza un contratto scritto?

Basta una semplice stretta di mano, accompagnata da un accordo verbale, per far sorgere un regolare rapporto di lavoro?

La questione interessa moltissimi italiani emigrati in Germania, soprattutto chi è arrivato da poco e non ha avuto la possibilità di informarsi in modo adeguato.

Diciamolo subito, allora, in Germania, in linea di principio, si può lavorare senza contratto scritto e sulla base di un accordo verbale, in quanto tale accordo vale come “contratto verbale”.
Tuttavia ci sono molti aspetti delicati da esaminare e come dicevano gli antichi verba volant…

Vediamoli.

Diritto alla paga in caso di lavoro senza contratto

Come detto i contratti di lavoro sono validi anche se stipulati verbalmente. Ma se il contratto è solo verbale, si ha diritto alla paga?
Ovviamente si, ma, in mancanza del contratto nero su bianco, sarà difficile dimostrare quale cifra fu pattuita. A tal proposito, in linea di massima, bisognerà fare ricorso ai testimoni, quindi persone che erano presenti al momento delle trattative oppure che di regola sono presenti sul posto di lavoro.

Come viene regolato il rapporto di lavoro senza contratto? X es. quanti giorni di vacanza spettano?

In mancanza di contratto scritto, il rapporto di lavoro tenderà a non essere chiaro, con contorni poco definiti, tuttavia trovano applicazione le regole previste dalla legge tedesca o dai contratti collettivi di lavoro (che si applicano a quel tipo di lavoro).

Diritto ad avere il contratto scritto dal datore di lavoro?

In linea di massima, si può sostenere che il lavoratore ha una pretesa ad ottenere il contratto scritto e questa pretesa può essere azionata in Tribunale.

Infatti, in mancanza di contratto, il datore di lavoro – entro un mese dall’inizio del rapporto lavoro- è obbligato a precisare per iscritto quali sono le principali condizioni di lavoro e quindi il testo (che in qualche modo funge da contratto di lavoro) dovrà contenere almeno:

– Nome e indirizzo di entrambe le parti
– Data di inizio del rapporto di lavoro (e anche data della fine se il rapporto è a tempo determinato)
– Luogo di lavoro
– Descrizione breve dell’attività che deve essere svolta
– A quanto ammonta e quanto viene pagato il corrispettivo
– Le ore di lavoro da svolgere
– A quante ferie si hanno diritto
– Termini per il licenziamento

Questo obbligo discende da un’apposita legge detta anche Nachweisgesetz ed è sancito al paragrafo 2 (legge sulla prova delle principali condizioni di lavoro di un rapporto lavorativo).

Riporto il testo in tedesco del co. 1 per chi volesse approfondire:
(1) Der Arbeitgeber hat spätestens einen Monat nach dem vereinbarten Beginn des Arbeitsverhältnisses die
wesentlichen Vertragsbedingungen schriftlich niederzulegen, die Niederschrift zu unterzeichnen und dem
Arbeitnehmer auszuhändigen. In die Niederschrift sind mindestens aufzunehmen:
1. der Name und die Anschrift der Vertragsparteien,
2. der Zeitpunkt des Beginns des Arbeitsverhältnisses,
3. bei befristeten Arbeitsverhältnissen: die vorhersehbare Dauer des Arbeitsverhältnisses,
4. der Arbeitsort oder, falls der Arbeitnehmer nicht nur an einem bestimmten Arbeitsort tätig sein soll, ein
Hinweis darauf, daß der Arbeitnehmer an verschiedenen Orten beschäftigt werden kann,
5. eine kurze Charakterisierung oder Beschreibung der vom Arbeitnehmer zu leistenden Tätigkeit,
6. die Zusammensetzung und die Höhe des Arbeitsentgelts einschließlich der Zuschläge, der Zulagen,
Prämien und Sonderzahlungen sowie anderer Bestandteile des Arbeitsentgelts und deren Fälligkeit,
7. die vereinbarte Arbeitszeit,
8. die Dauer des jährlichen Erholungsurlaubs,
9. die Fristen für die Kündigung des Arbeitsverhältnisses,
10. ein in allgemeiner Form gehaltener Hinweis auf die Tarifverträge, Betriebs- oder Dienstvereinbarungen, die
auf das Arbeitsverhältnis anzuwenden sind.
Der Nachweis der wesentlichen Vertragsbedingungen in elektronischer Form ist ausgeschlossen.

 

Infine, importantissimo, attenzione a non confondere il lavoro senza contratto dal lavoro nero. Si ha lavoro nero quando il datore di lavoro non riconosce al lavoratore la tutela previdenziale, le garanzie previste dalla legge e non paga le imposte dovute. In tali casi, ovviamente, di solito manca un contratto oppure se un contratto sussiste non è stato registrato.

Accettare il lavoro nero può portare problemi con la giustizia sia al datore di lavoro che al lavoratore. Il consiglio è di non accettare mail offerte di lavoro in nero.

 

19 commenti
  1. Anthony dice:

    Ciao io lavoro presso un ristorante italiano in Germania da un anno e mezzo ora vorrei presentare le dimissioni chiedo una copia del .io contratto e mi vieni risposto tali parole “Contratto contratto non abbiamo ma la anmeldung da quando ci sei fino adesso. Te la posso scrivere io la kündigung e tu la firmi e ti spiego.”Ora qualcosa nn quadra come devo comportarmi per andare via

  2. Davide Cuocolo dice:

    In caso di contratto verbale si può dare il licenziamento nel rispetto dei termini di legge.
    Per una consulenza mi scriva pure utilizzando il modulo di contatto del sito indicando l’ammontare del Suo stipendio.

  3. Maryna dice:

    Salve, ho lavorato in nero per dieci mesi con la convinzione che stavo in regola. Sono una donna Ucraina. Residente in Italia, dopo aver saputo che il datore mi teneva solo da due mesi a posto con contratto mini job, ho preteso i miei soldi e diritti, lavorando 24/24, ma lui mi ha offesa e quasi cacciando i fuori. Ora lavora un altra donna Ucraina con lui. Ovviamente in nero. E io ho perso tutto. Come devo comportarmi?

  4. Silvia dice:

    Salve sono una cuoca chiamata a lavorare in un ristorante tedesco con l’accordo di uno stipendio un po’ inferiore in quanto mi garantivano il vitto e alloggio, dopo 4 mesi tra cui molte settimane obbligata a rinunciare al giorno di riposo e lo stipendio inferiore all’accordato poiché detratte le spese per l’alloggio ho dovuto mollare il lavoro in quanto da un giorno all’altro mi ha cacciato fuori da casa ma pretendeva che continuavo il lavoro… nel contempo mi è capitato un infortunio grave a lavoro dove devo riprendere la sensibilità ad un dito tagliato e oltre ad avanzare soldi ancora ho scoperto che mi aveva assicurato per un minimo solo lmtkmo mese, nonostante le ore medie giornaliere erano minimo 9 massimo 16. Come mi dovrei comportare?

  5. Davide Cuocolo dice:

    Buongiorno Signora,

    premesso che per inquadrare il caso bisogna innanzitutto partire dall’analisi del Vs. accordo (era scritto o verbale?), direi che la situazione da Lei descritta sembra presentare profili di irregolarità. In linea di massima, Lei può agire nei confronti del datore di lavoro per le ore non pagate ed eventuali contributi non versati. Anche la vicenda dell’incidente sul lavoro andrebbe analizzata a fondo. Se ha lavorato in nero, inoltre, può segnalare il ristorante alle autorità.

  6. Federico dice:

    Buon giorno sto lavorando da un mese in un Ristorante italiano senza alcun contrato,vorrei sapere qualora si presentasse lá necessita a chiamo devo rivolgermiii

  7. Domenico dice:

    Salve, sono un italiano che lavora come elettricista in germania presso un azienda di turchi, i primi tre mesi il contratto era di €1580, i contratti gli fanno trimestrali, mi sono fatto male ad un piede e mi hanno dato 20 gg di malattia, ci sono due fratture voglio precisare, loro insistono che posso lavorare e mi minacciano di fare un contratto minimo cosi da percepire una miseria dalla malattia stessa, a quale ente mi dovrei rivolgere.. Grazie

  8. Dionisio dice:

    Sono dionisio italiano lavoro germania HEILBRONN 3 mesi ma senza contratto di lavorodier arbeitvertragen (assicurazione AOK si amelding si busta paga ).Mio problema ho Vito alloggio stipendio minimo. COME posso vedere miei diritti sul lavoro con 690 brutto netto 595.00 .
    paura butta fuori se denuncio.posibile avversaria miei diritti.grazie

  9. Elisa dice:

    Buonasera io sono tornata da un esperienza pessima. Facevo la ragazza alla pari ma mi facevano fare tutt’altro pagandomi una miseria e per non pagarmi il mese mi hanno fatta andare fuori di testa una settimana prima minacciandomi e trattandomi da schifo. Vorrei avere ciò che mi spetta di diritto più un rimborso delle spese sostenute ma non so nemmeno se hanno registrato il contratto firmato da entrambe le parti alla bodesagentur für arbeit… Come posso tutelarmi?

  10. Gabriele dice:

    Il mio datore di lavoro mi ha fatto firmare un contratto il 1 maggio 2018, mai ricevuta una copia, puntualmente mi ha versato il mensile, poi abbiamo fatto il conteggio delle ore extra, quasi 200 in 3 mesi, me le ha retribuite con 150€.
    Ora ho firmato il contratto per l’ausbildung, (molto di fretta).
    Ho chiamato la mia assicurazione e risulta che non sono stato dichiarato. Come mi devo comportare? Una gran bella presa per i fondelli fra l’altro pagato sotto il Mindestlohn e quasi dovrei anche ringraziare che mi ha “assunto”.
    Naturalmente rinuncio all’ausbildung con questo impostore

  11. Mich... dice:

    Mi minacciano sia fisicamente che verbalmente ogni giorno la prego di rispondere alle mie e-mail cordiali saluti

  12. Davide Cuocolo dice:

    Salve, di regola ha diritto a ricevere una copia del contratto, mentre per quanto riguarda il fatto che non sia stato registrato mi sembra negativo. Devo anche dedurre che Lei non ha ricevuto buste paga etc….se dovesse risultare che effettivamente ha lavorato in nero, può svolgere denuncia presso la ZOll. saluti

  13. Davide Cuocolo dice:

    Per le minacce come in Italia può ovviamente rivolgersi alle forze dell’ordine, mentre per la denuncia del lavoro nero può rivolgersi alla Zoll

  14. Anna dice:

    Salve! Sono venuta a lavorare in Germania da metà luglio.La signora per cui lavoro mi contattó per telefono in Italia,mi disse che la paga sarebbe stata buona e che avrebbe fatto per me le cose al meglio.,Il lavoro che svolgo è in un hotel,ma funge anche da ristorante,Io sono tuttofare,faccio le camere,pulisco il giardino,e sono aiuto cuoco..ok non ho un ruolo definito,non ho orari precisi,soprattutto non ho contratto di lavoro,cosa che la Signora continua a promettere che lo fa preparare..ma i mesi passano è ancora non si è decisa..non lavoro in nero,ho una busta paga,segno le ore che faccio al giorno..quindi io non so..che diritti ho,non so se ho ferie pagate..se mi spetta una piccola pausa durante il lavoro..visto che a volte faccio 6 ore di fila senza fermarmi un attimo.è troppo brutto lavorare in un paese straniero senza una sicurezza di un contratto! È non so che fare..chiedo per favore un consiglio …

  15. Davide Cuocolo dice:

    Salve, il contratto di lavoro verbale – anche se le parti non hanno stabilito nulla in tema per es. di ferie e di mansioni – è valido, ma in tal caso si applicano le regole stabilite dalla legge per la tipologia di lavoro svolto.

    Questo vale anche nel Suo caso. La busta paga non implica necessariamente che Lei non sia in nero (ad es. quando pur in presenza di busta paga si riceve una parte della retribuzione a nero oppure non si è registrati presso l’ass. sanitaria etc…)

    Lei può richiedere subito di avere un contratto scritto e verificare presso l’assicurazione sanitaria se effettivamente è stata registrata dal datore di lavoro.

    Se tali passaggi non vanno a buon fine, forse è meglio cercare un nuovo datore di lavoro e pretendere sin da subito un contratto di lavoro scritto e regolare.

  16. Ayoub dice:

    Salve.sro lavorando presso un ristorante italiano senza aver visto ne firmato un contratto.lui ovviamente mi dice che e tutto in regola ma posso andare da qualche utente statale x sapere se sono regolarizzato in questo ristorante?grazie

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.