Esenzioni IMU per gli italiani residenti all’estero

In un nostro precedente articolo, abbiamo spiegato in termini pratici come è possibile pagare l’IMU tramite bonifico per i cittadini italiani residenti all’estero (per leggere l’articolo clicca qui:  IMU per residenti all’estero  ). Ora ci occupiamo delle esenzioni dall’IMU che spettano ai cittadini italiani residenti all’estero se sussistono alcune condizioni.

 

Di regola i cittadini italiani residenti all’estero pagano l’IMU sull’immobile posseduto in Italia, proprio come gli altri cittadini residenti in Italia.

Tuttavia, i cittadini italiani residenti all’estero e quindi anche coloro che sono residenti in Germania, in alcuni casi sono esentati dall’ IMU sul proprio immobile in Italia, e pertanto non devono pagarla, inoltre godono di agevolazioni sulla TASI e la TARI.

 

Infatti, la normativa di riferimento a partire dal 2015 ha considerato come “abitazione principale” una – e una soltanto – unità immobiliare posseduta dai cittadini italiani non residenti in Italia e iscritti all’AIRE, se già pensionati nel rispettivo Paese di residenza (ovvero il Paese all’estero nel quale si trovano).

L’immobile deve essere posseduto a titolo di proprietà o usufrutto e a condizione che non risulti locata o data in comodato.

 

Condizioni per l’esenzione IMU:

Pertanto, non pagano l’IMU i cittadini italiani residenti all’estero e iscritti all’AIRE se possiedono queste tre caratteristiche:

  1. proprietario o usufruttuario di un immobile in Italia (non locato o concesso in comodato)
  2. iscritti all’AIRE
  3. pensionati nel paese estero di residenza

 

Cosa significa pensionati nel paese di residenza?

Veniamo ora ad una serie di precisazioni in tema di pensioni, atteso che la norma parla di “essere pensionati” ma non fornisce ulteriori chiarimenti.

Ora premesso che i cittadini italiani residenti all’estero di regola percepiscono come pensione

a) la pensione italiana

b) le pensioni italiane ed estere

c) le pensioni in convenzione internazionale, ovvero quando la contribuzione versata in Italia si va a totalizzare con quella versata in un Paese estero

Con riferimento al punto 3 di cui sopra, si deve ritenere che l’esenzione IMU riguarda solo i soggetti che percepiscono la pensione in convenzione internazionale (quindi ipotesi c) ovvero quelli che percepiscono pensioni estere o estere e italiane (quindi punto b).

Ciò in quanto bisogna essere già pensionati nel Paese (estero) di residenza e pertanto il Paese estero (per es. la Germania) dovrà essere il Paese che eroga la pensione.

Dalla regola dell’esenzione IMU fanno inoltre eccezione le unità immobiliari classificate nelle categorie catastali A1/A8/A9.

 

Agevolazioni TASI e TARI?

Infine, per quanto riguarda la TASI invece, la legge prevede che in tali casi il tributo sia ridotto dei due terzi.

Pertanto, i proprietari dovranno versare solo l’1/3 dell’imposta calcolata. Lo stesso dicasi per la TARI.

 

 

Necessiti del nostro aiuto per una questione legale?

Richiedi una consulenza.

Per inviarci la tua richiesta di consulenza compila il seguente modulo. In alternativa puoi contattarci telefonicamente oppure puoi richiedere una consulenza prenotandola direttamente presso il nostro studio.

Compila i seguenti dati per richiedere una consulenza.

0 + 1 = ?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.