, ,

Ereditare in Germania

Nel presente contributo trattiamo un argomento molto importante in tema di successioni transfrontaliere, ovvero il certificato successorio tedesco (= Erbschein), documento necessario per poter ereditare in Germania.

Trattasi, infatti, di un documento rilasciato dal Tribunale delle successioni che certifica la qualità di erede in Germania.

Con questo certificato il cittadino italiano può appropriarsi dei beni ereditari situati in Germania, come ad es. un immobile sito sul territorio tedesco ovvero somme di danaro che si trovano su un conto corrente presso una banca tedesca.

Di regola, soprattutto per le successioni legittime, solo dopo esibizione dell’Erbschein, le banche provvederanno a liquidare le somme presenti sui conti correnti del de cuius e solo con l’Erbschein si potranno sbrigare gli adempimenti necessari ai fini della pubblicità nei registri fondiari, ovvero inserire il nome dell’erede.

Ricordiamo, tra l’altro, che in Germania è previsto un meccanismo di accettazione automatica dell’eredità (leggi qui).

 

Posso sfruttare l’atto notorio italiano anche in Germania?

In Italia il ruolo dell’Erbschein è svolto dall’atto notorio, in pratica una autocertificazione asseverata dal Comune.

Di regola per ereditare in Germania non viene riconosciuto valore all’atto notorio italiano, ecco perché si consiglia di procedere subito con la richiesta dell’Erbschein.

A cosa serve l’Erbschein:

Con tale documento un cittadino italiano (ma lo stesso vale per i cittadini tedeschi) è in grado di dimostrare la qualità di erede su tutto il territorio tedesco e richiedere che gli vengano consegnati i beni ereditati.

 

Contenuto dell’Erbschein:

L’Erbschein contiene e certifica le informazioni essenziali sul de cuius (persona della cui eredità si tratta), sull’erede e la sua quota di eredità in Germania.

 

Come ottengo l’Erbschein:

Per ottenere l’Erbschein bisogna presentare un’istanza al Tribunale delle successioni del luogo di ultima residenza del de cuius. Il certificato viene rilasciato solo su richiesta, quindi non è mai redatto in automatico dalle autorità tedesche.

Si può anche ottenere un certificato collettivo su richiesta di uno soltanto dei coeredi (=gemeinschaftlicher Erbschein).

 

A cosa serve il certificato successorio europeo?

Infine, va dato atto che il regolamento europeo sulle successioni transfrontaliere ha introdotto il certificato successorio europeo.

Tale certificato in Italia viene rilasciato solo dai Notai e può essere utilizzato anche per i casi di eredità in Germania.

Nei casi di successioni transfrontaliere più complessi il certificato successorio europeo diventa strumento indispensabile, atteso che come documento internazionale può essere sfruttato in diversi Paesi.

A titolo di esempio, un caso in cui il certificato successorio europeo risulterebbe particolarmente utile è il seguente: de cuius cittadino francese ma con residenza abituale in Italia, il quale era proprietario di un immobile sito in Germania (nessuna scelta di legge nel testamento).

 

Per l’eredità in Germania:

Invece, nei casi di successione più lineari limitati al quadro dei rapporti Italia-Germania, ovvero quando si tratta di ereditare beni situati solo in Germania, basterà invece richiedere l’Erbschein (=certificato successorio tedesco) con prevedibile risparmio dei costi rispetto al certificato successorio europeo.

 

 

 

Necessiti del nostro aiuto per una questione legale?

Richiedi una consulenza.

Per inviarci la tua richiesta di consulenza compila il seguente modulo. In alternativa puoi contattarci telefonicamente oppure puoi richiedere una consulenza prenotandola direttamente presso il nostro studio.

Compila i seguenti dati per richiedere una consulenza.

6 + 0 = ?

0 commenti

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.