La procura per vendere un immobile in Italia. Tempi e caratteristiche della delega che consente di svolgere operazioni immobiliari “a distanza” senza doversi recare personalmente dal notaio in Italia.

 

Cosa è una procura?

La procura o delega è un documento con il quale una persona può incaricare un altro soggetto di compiere atti legali in suo nome e per suo conto. Ad es. firmare un contratto, richiedere documenti, fare operazioni bancarie, acquistare, vendere o donare una casa.

La procura per vendere gli immobili in Italia

Molti italiani e tedeschi residenti in Germania, come noto, sono proprietari di immobili in Italia.

Per compiere operazioni su tali immobili ad es. vendere una casa, il proprietario residente in Germania non dovrà necessariamente recarsi in Italia, ma può agire “a distanza”, tramite procura, incaricando un’altra persona in Italia, che andrà a firmare il contratto o a compiere l’atto al posto suo.

Ovviamente solo il proprietario dell’immobile, ovvero colui che ha conferito procura, incasserà i soldi della vendita e comparirà come venditore nel contratto e nei registri immobiliari e sarà parte dei contratti firmati.

 

Che tipo di procura serve per vendere un immobile in Italia?

La procura a vendere un immobile in Italia, di regola, deve essere fatta in forma scritta con firma autenticata dal notaio oppure per atto pubblico notarile. Bisogna quindi necessariamente recarsi dal Notaio.

Non basterebbe pertanto una procura scritta su un semplice foglio di carta.

 

La forma del contratto di compravendita immobiliare in Italia:

Anche il contratto di compravendita immobiliare, del resto, va stipulato nel rispetto di una serie di requisiti imposti dalla legge.

In Italia, infatti, vige il principio della libertà della forma contrattuale, quindi i contratti possono essere anche verbali. Ma questa regola conosce diverse eccezioni.

Una di queste è il contratto di compravendita immobiliare, per la cui validità è richiesta la forma scritta.

In altre parole, se si vuole vendere un immobile in Italia, non basta una stretta di mano (come pure un tempo si faceva), ma ci vuole innanzitutto un contratto scritto.

Ulteriore passaggio, la trascrizione nei registri immobiliari…

Bisogna poi ulteriormente considerare che tale contratto dovrà essere trascritto nei registri immobiliari, poichè dai pubblici registri dovranno necessariamente risultare i nuovi proprietari degli immobili.

Si pone quindi il problema di effettuare l’ulteriore passaggio ovvero la trascrizione del contratto.

Ebbene, un contratto su un semplice foglio di carta, non potrebbe essere trascritto nei registri immobiliari presso la Conservatoria e al Catasto in Italia.

 

quindi, per vendere o acquistare immobili in Italia è necessario un contratto notarile..

Pertanto, per i contratti di compravendita immobiliare, non basta la semplice forma scritta, ma serve un contratto notarile.

Quindi un contratto redatto dal notaio per atto pubblico oppure una scrittura privata – cioè redatto dal venditore e dal compratore – ma con le firme autenticate dal notaio.

 

Che tipo di procura devo avere per vendere un immobile in Italia? 

Ritornando alla procura, la legge italiana richiede per la validità dell’atto, che la procura abbia la forma minima dell’atto che si dovrà realizzare.

Pertanto, se la compravendita immobiliare si realizza con un atto notarile, anche la procura dovrà essere in forma notarile.

 

Non serve un notaio italiano in Germania…

Come posso ottenere in Germania una procura notarile per vendere un immobile in Italia?  Semplicemente recandomi da un qualsiasi Notaio tedesco, non vi è bisogno quindi di un notaio che parli la lingua italiana.

Tuttavia, dovranno rispettarsi alcune formalità richieste dalla legge italiana e dovranno necessariamente svolgersi alcuni passaggi ulteriori.

 

Devo rivolgermi esclusivamente ad un notaio tedesco o avvocato italiano in Germania?

Si, perché presso i Consolati italiani in Germania sono stati aboliti i servizi notarili. Per maggiori informazioni su questo aspetto si segnala il seguente link del consolato italiano a Stoccarda:

https://consstoccarda.esteri.it/consolato_stoccarda/it/il_consolato/gli_uffici/notarile.html

 

Abbiamo parlato di atto pubblico e firma autenticata: quale è la differenza?

In sintesi, si può affermare che l’atto pubblico incorpora in sé anche le dichiarazioni delle parti, quindi il notaio certifica anche il contenuto dell’atto, ovvero altrimenti detto, ciò che le parti vogliono effettivamente realizzare e come scritto nell’atto.

 

Invece, nel caso della scrittura privata con firma autenticata, il notaio si limita ad autenticare solo le firme e a identificare gli astanti. Il contenuto del testo non gli compete.

Tanto vero che di solito i notai tedeschi indicano di non conoscere la lingua italiana e pertanto declinano da ogni responsabilità sul contenuto del testo della procura.

Quindi, con l’autentica della firma il Notaio certifica esclusivamente che la firma su un determinato documento, è stata apposta da una certa persona individuata tramite documento di identità o passaporto e ciò è avvenuto in sua presenza.

 

La procura del notaio tedesco vale anche in Italia?

In realtà, qui bisogna avvisare che l’argomento è molto complesso e non si presta ad essere trattato in questa sede.

In estrema sintesi, possiamo però dire che, premessa la libera circolazione degli atti notarili in tutta Europa in forza anche dei regolamenti europei, resta inteso che la procura redatta o autenticata dal notaio tedesco per valere ed essere validamente utilizzata anche in Italia, deve almeno possedere i requisiti di forma richiesti dall’ordinamento italiano.

 

Devo per forza incaricare un avvocato italiano in Germania per fare autenticare una procura?

La domanda che tutti i clienti mi pongono è se per l’autentica della procura presso il notaio tedesco sia necessaria l’attività dell’avvocato italiano in Germania.  Infatti, se la sottoscrizione della procura deve essere autenticata dal notaio tedesco, a prima vista sembra che l’attività dell’avvocato italiano sia superflua.

Ma non è così, perché nella prassi vi sono numerosi accorgimenti che solo l’avvocato italiano in Germania, specializzato in materia conosce.

Come sopra rilevato, abbiamo infatti già detto che la procura fatta in Germania dovrà rispettare almeno i canoni richiesti dalla legge italiana. Oltre a ciò, nella prassi, bisogna spesso assolvere alle eventuali richieste del Notaio italiano che andrà a svolgere l’atto, atteso che la procura deve combaciare con l’atto che sarà fatto in Italia.

Se ne deduce che nella stragrande maggioranza dei casi, solo grazie all’intervento tecnico dell’avvocato italiano in Germania, è possibile raggiungere un risultato corretto, rapido ed efficace.

 

Tra l’altro, nella prassi è bene che l’autentica del notaio tedesco contenga alcune informazioni specifiche richieste dal diritto italiano e necessarie all’utilizzo della procura.

Infine, si noti, che il notaio tedesco su questi punti non fornisce alcuna consulenza e non ha nessuna conoscenza del diritto italiano.

 

Qual è l’attività dell’avvocato italiano in Germania in tema di procure?

L’attività dell’avvocato italiano in Germania, in tema di procure comprende:

 

  • Procura per la compravendita di un immobile in Italia
  • Procura per la donazione
  • Procura per la successione ereditaria in Italia
  • Procura per le banche/apertura cassette di sicurezza
  • La verifica della completezza sotto l’aspetto formale
  • La verifica la corrispondenza dell’atto sotto il profilo sostanziale e dei contenuti
  • L’apporto – d’intesa col notaio italiano – delle opportune modifiche
  • L’apporto di indicazioni suppletive al Notaio tedesco
  • L’assistenza legale del cliente sull’operazione da svolgere
  • La fornitura di procure per la vendita di immobili in Italia
  • La fornitura di procure per la successione in Italia (atti notarili, procure bancarie, certificato successorio europeo)
  • Appuntamento dal notaio tedesco e discussione su eventuali questioni tecniche
  • Richiesta e fornitura documentazione
  • Traduzioni autenticate e non, valide in Italia

 

Tempi per ottenere una procura in Germania:

L’ultimo beneficio di non poco conto risiede poi nell’abbreviazione dei tempi entro i quali è possibile ottenere la procura. Con l’intervento dell’avvocato italiano in Germania, che di regola collabora stabilmente con gli studi notarili, è possibile ottenere la procura in Germania anche nel giro di una settimana.

 

Nella pratica, capita spesso che a pochi giorni dall’appuntamento per il rogito in Italia, il cliente si trovi ancora senza procura perché non è riuscito a organizzarsi.

 

I nostri servizi per le procure in Germania:

Il nostro studio legale in Germania, collabora stabilmente con studi notarili tedeschi allo scopo di far conseguire al cliente in tempi rapidi e nella forma corretta, le procure notarili per la vendita/donazione degli immobili in Italia o per la successione ereditaria.

Si tratta di un servizio che di regola riusciamo ad offrire a costi fissi. In tal modo il cliente potrà inserire la spesa nel budget a sua disposizione per l’acquisto/vendita/donazione dell’immobile o svolgimento della successione ereditaria.

TEL: Ufficio di Milano (+39) 02 677 39 002  |  Ufficio di Napoli (+39) 081 011 7884 

Ufficio di Karlsruhe +49 (0) 721 920 920 07  |  Ufficio di Monaco di Baviera +49 (0) 89 2070 40222 

E-Mail: info@avvcuocolo.com   |  italienischesrecht@gmail.com