,

Licenziamento in Germania: differenza con l’Aufhebungsvetrag

Sia l’Aufhebungsvertrag che il licenziamento comportano la conclusione del rapporto di lavoro, tuttavia diverse sono le conseguenze che ne derivano.

Con il presente articolo tratteggiamo questi due istituti, indicando a cosa bisogna fare attenzione.

 

AUFHEBUNGSVERTRAG – risoluzione consensuale del rapporto di lavoro:

L’Aufhebungsvertrag è un contratto – scritto – con il quale il datore di lavoro e il lavoratore decidono insieme – quindi di comune accordo – di far terminare il rapporto di lavoro. Le condizioni sono quelle stabilite nel contratto stesso, che può prevedere il riconoscimento di un’indennità, il rilascio di un’Arbeitszeugnis (lettera di referenze) positiva o su un testo concordato.

 

In Germania non esiste il TFR, quindi con la cessazione del rapporto di lavoro non si ha diritto ad una somma di danaro. Tuttavia, sulla base di accordi, è possibile ottenere un’indennità.

Per il calcolo dell’indennità in Germania e un approndimento sul tema si rinvia a questo articolo precedente:

LINK ARTICOLO SUL CALCOLO INDENNITA IN GERMANIA

 

Ho diritto alla disoccupazione se firmo l’Aufhebungsvertrag?

L’Aufhebungsvertrag non fa perdere il diritto alla disoccupazione, tuttavia può condurre ad una sospensione (Sperrzeit) nell’erogazione del sussidio di disoccupazione, sino a 120 giorni.

(la ragione è questa: con la sottoscrizione dell’Aufhebungsvertrag è il lavoratore stesso a rescindere di sua volontà il rapporto di lavoro).

 

In ogni caso si consiglia di recarsi subito all’agenzia del lavoro e segnalarsi come “Arbeitsuchende” per non incorrere in interruzioni dell’indennità di disoccupazione.

 

KÜNDIGUNG – Licenziamento:

Con il Kündigung  il datore di lavoro decide unilateralmente – e quindi senza interpellare il lavoratore – di licenziarlo. Necessita sempre la forma scritta (§ 623 BGB) e può essere innanzitutto riconducibile a due grosse categorie:

-licenziamento ordinario (ordentliche Kündigung)

-licenziamento straordinario (außerordentliche Kündigung)

Licenziamento ordinario (ordentliche Kündigung):
in tale caso il licenziamento non è subito efficace, infatti, dopo essere stato ricevuto dal lavoratore, deve trascorrere un certo periodo di tempo stabilito dalla legge. Solo dopo tale periodo, si dovrà abbandonare il posto di lavoro.

Il periodo di tempo che intercorre tra il ricevimento del licenziamento e il momento in cui il rapporto di lavoro termina, si chiama Kündigungsfrist.

Come bisogna comportarsi durante questo periodo?

Il lavoratore deve continuare a lavorare, mentre il datore di lavoro è tenuto a pagare il salario.

Tuttavia nell’ipotesi del “Freistellung”, il lavoratore è dispensato dal lavoro, ma mantiene il diritto alla retribuzione (per esempio un datore di lavoro potrebbe avere interesse a che il lavoratore, durante il Kündigungsfrist, non resti a contatto con gli altri dipendenti in azienda).

Questa forma di licenziamento – di solito, ma non sempre – è prevista solo per i rapporti di lavoro a tempo indeterminato.

Esempio di ordentliche Kündigung:

Una clausola tipica potrebbe essere così formulata “Ich kündige hiermit das zwischen uns bestehende Arbeitsverhältnis unter Einhaltung der vertraglichen Kündigungsfrist von 2 Monaten zum 31.10.2016“

Licenziamento in tronco (außerordentliche Kündigung):

qui il licenziamento funziona per lo più come il “cartellino rosso” nel calcio, infatti – e di regola è subito efficace (fristlose Kündigung), cioè funziona senza preavviso e costringe ad abbandonare la posizione di lavoro immediatamente.

Si fa ricorso a questa forma di licenziamento in alcune particolari e gravi ipotesi (si pensi al lavoratore che viene scoperto a rubare in azienda), se sussiste un “wichtigen Grund” ovvero la giusta causa.

Come reagire al Kündigung:

I termini per impugnare il licenziamento sono solo di 15 giorni dalla ricezione della lettera. Pertanto, se siete stati licenziati il consiglio è di attivarsi subito per impugnare il licenziamento.

 

 

 

Necessiti del nostro aiuto per una questione legale?

Richiedi una consulenza.

Lo studio legale Cuocolo, avvocato italiano a Karlsruhe e Monaco di Baviera, fornisce assistenza legale in tema di diritto dei lavoratori. Per una consulenza compila il seguente modulo oppure puoi contattarci telefonicamente. Il numero di telefono della sede di Karlsruhe è 0721 5099 8801,  mentre se vuoi contattarci su Monaco di Baviera componi lo 089 20 70 40 222. Per i clienti residenti in Italia il numero della sede di Milano è (+39) 02 677 39002.

Compila i seguenti dati per richiedere una consulenza.

0 + 2 = ?

1 commento
  1. Laura dice:

    Buongiorno, io lavoro in un ristorante da 3 anni vorrei licenziarmi presentando un kundigung, volevo solo sapere quanti giorni dovrò lavorare ancora dopo aver presentato le dimissioni poiché non avendo un contratto scritto non so dove poter ottenere questa informazione. Ho già provato a chiamare il bundesminterium fur arbeit ma non hanno saputo darmi una risposta precisa purtroppo. Spero di poterla avere da voi, grazie e cordiali saluti.

Lascia un Commento

Vuoi partecipare alla discussione?
Fornisci il tuo contributo!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.